Pagina 2 di 6 primaprima 1234 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 11 a 20 su 51

Discussione: Roberto Baggio

Share         
    Bookmark and Share
  1. #11
    L'avatar di Massimo

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    11/10/2012
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    24,924
    Giocatore preferito
    La maglia
    Quote Originariamente inviato da Alby Visualizza il messaggio
    il miglior giocatore italiano di tutti i tempi a parer mio
    anche secondo me, non ci sono storie
    Inter-news.it

  2. #12
    L'avatar di AK47
    Braccio destro di Zhang

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    09/08/2013
    Residenza
    Vancouver
    Messaggi
    15,949
    Giocatore preferito
    João Mário
    Miglior giocatore italiano per distacco e mio conterraneo

  3. #13
    L'avatar di BiagInter
    Titolare

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    23/10/2012
    Residenza
    Dove cè cibo/Da Luk
    Età
    22
    Messaggi
    4,061
    Giocatore preferito
    Luke'sFridge

    Gigi Serse Salvatore Beppe Efnesto
    WASD Capitano dell'armata Gufi

  4. #14
    ARADIA
    L'avatar di ARADIA
    Ospite
    Quote Originariamente inviato da AK47 Visualizza il messaggio
    Miglior giocatore italiano per distacco e mio conterraneo
    Vicentino mangiagatti?

    Inviato dal mio GT-S7500 con Tapatalk 2

  5. #15
    L'avatar di zanetti_89
    Titolare

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    09/08/2013
    Età
    27
    Messaggi
    2,190
    sono contento di aver potuto ammirare un genio del suo calibro nella mia squadra

    se fosse arrivato da noi qualche anno prima, ci saremmo potuti divertire molto di più

  6. #16
    L'avatar di BiagInter
    Titolare

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    23/10/2012
    Residenza
    Dove cè cibo/Da Luk
    Età
    22
    Messaggi
    4,061
    Giocatore preferito
    Luke'sFridge
    Quote Originariamente inviato da BiagInter Visualizza il messaggio
    mi riquoto per aggiungere questo articolo

    Qualcuno può obiettare che è facile dirlo adesso, col senno di poi; ma l’analisi di Massimo Moratti fornita due sere fa a proposito di questa tournée americana esauritasi ieri col match contro il Real Madrid è corretta. Semmai, il dubbio sull’eventualità per l’Inter di prendere parte a questa kermesse, nella quale ha affrontato avversari di un rango che quest’anno, al club nerazzurro, purtroppo non compete nemmeno lontanamente, sorge eccome: un semplice assaggio di sfide internazionali di lusso, prima di tornare nel nostro orticello dal quale non si uscirà più. Perché è vero che competizioni come queste forse non te le puoi permetterle se, presidente dixit, stai affrontando un certo tipo di preparazione, e che se queste partite servono ad ottenere indicazioni importanti per la tua squadra, certo misurarsi contro squadre che ti sopravanzano per livello tecnico e nella condizione atletica forse aiuta le casse societarie ma solo fino a un certo punto serve a interpretare bene la realtà.

    Si torna a casa, dunque, con la certezza che da adesso ci si concentrerà solo sulle competizioni nostrane e che di conseguenza ora si deve fare sul serio, dimenticando l’atmosfera yankee, i campi improbabili, gli invasori durante le partite. Ma sotto quale ottica va visto questo tour americano? Se guardiamo ai soli risultati, il verdetto è innegabile: uscire con dieci gol subiti e solo uno fatto, tre sconfitte e una vittoria ottenuta al ventesimo rigore grazie alla trasformazione di un portiere portano decisamente all’allarme rosso. Ma se è vero come è vero che questo è calcio d’agosto, allora guardiamo anche il lato della condizione espressa dalla squadra di Walter Mazzarri. Ed è qui che forse il giudizio drastico diventa un po’ più lieve: l’unica gara davvero da dimenticare è stata quella col Valencia, dove si è vista un’Inter francamente impresentabile, disattenta e impacciata. Mentre anche nella sconfitta, col Chelsea si sono viste complessivamente buone cose. E contro la Juve, grazie anche al cambio di sistema di allenamento accennato dal presidente, si sono in parte cancellate le brutture della gara contro Banega e soci.

    La gara col Real Madrid di ieri sera rappresenta in questo senso la summa summata del livello dell’Inter made in Usa: primi 60 minuti da incubo, al cospetto di un avversario già in palla, ben sistemato da Carlo Ancelotti, che anche con le seconde linee come Casemiro, quarta scelta nel centrocampo madridista dietro anche al profumatamente pagato Illaramendi, e capace di mandare in tilt i vari Cambiasso e Kuzmanovic, a momenti si concedeva il lusso anche di una mano di burraco sul campo, coi due gol di passivo che sono sembrati un abbuono, complice anche la poca vena realizzativa di Morata. Ma nell’ultima mezz’ora, con una maggiore iniezione di qualità (e, va detto, con il contemporaneo inserimento di diverse giovani leve in casa blanca), si è vista un’Inter più spigliata, capace di accantonare la fragile mossa del lancio lungo verso Palacio, grintoso ma inefficace salvo qualche lampo, e determinata nell’aggredire l’avversario con le giocate in profondità, meritando a quel punto anche il gol della bandiera, anche dopo la sfortunata deviazione di Ricardo Alvarez; soffrendo ma provando a incidere come prima non gli è riuscito praticamente mai.

    Due volti di una stessa squadra, cui la qualità e le idee di gioco non mancano ma alla quale ancora tanti puntelli, anche in zone per il momento ‘inedite’, servono come il pane. Si torna a casa, ora, e oltre a concentrarsi sulle competizioni ufficiali, inevitabilmente si provvederà a chiudere il prima possibile per cercare di completare nel modo migliore, anche in relazione al budget ancora lontano dal ricevere gli effetti dell’arrivo di Erick Thohir. Saphir Taider sembra essere il primo nome dopo gli arrivi di Rolando e, a breve, di Wallace, col quale Mourinho ci concederà per una stagione di rallegrarci per poi probabilmente venirselo a riprendere; giocatore interessante, il franco-algerino, anche se condivido personalmente i dubbi emersi circa la sua effettiva collocazione tattica e la relativa utilità.

    Si chiude questa tournée estiva con l’Inter che ha affrontato, perdendo, il Real Madrid. E qui, forse, scappa una lacrima: non tanto per la gara di ieri, quanto perché, effettivamente, Walter Mazzarri ha detto la cosa giusta quando ha affermato che una gara così sarebbe stato bello affrontarla in un altro tipo di contesto. E’ vero: Inter-Real vuol dire grande sfida, vuol dire battaglie epiche come quelle degli anni ’80, vuol dire Mazzola e Corso come Amancio e Santillana; è il fascino di un duello storico che però negli ultimi 15 anni si è giocato solo due volte, sempre in amichevole: ieri e nel 2001, quando Adriano si rivelò al mondo con quella cannonata che a momenti bucava la porta del Bernabeu. L’ultima gara ufficiale risale al 1998: fu una notte di Champions a San Siro grandiosa, firmata Roberto Baggio. Il Divin Codino entrò nella ripresa e con due gol nel finale stese le merengues, regalando all’Inter un ruggito in un’annata rivelatasi poi balorda. Tempi che ormai sembrano maledettamente lontani per tanti motivi: ora Inter-Real Madrid si consuma in un campo lontano un oceano, in una semplice amichevole estiva. Non bello per una gara che deve tornare al più presto in palcoscenici migliori. Quanto presto, però, dipende solo da noi…

    Gigi Serse Salvatore Beppe Efnesto
    WASD Capitano dell'armata Gufi

  7. #17
    L'avatar di trms
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    02/08/2013
    Residenza
    Perla della Toscana
    Messaggi
    5,359
    Giocatore preferito
    La Maglia
    Quote Originariamente inviato da BiagInter Visualizza il messaggio
    Ero presente
    "Categoricamente non ci sono stati contatti con alcun allenatore. Sono i manager e i procuratori che alimentano le leggende, noi siamo al 100% con Frank De Boer. Ci sono state sconfitte ma puntiamo ancora allo scudetto." Conferenza stampa 28/10/2016

  8. #18
    L'avatar di Aranciata75
    Riserva

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    06/08/2013
    Età
    41
    Messaggi
    567
    bello bravo grande...sempre e per sempre

  9. #19
    L'avatar di kallegoal
    Pallone d'oro

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    11/08/2013
    Residenza
    las tunas
    Messaggi
    21,291
    Giocatore preferito
    kalle /cuchu
    però è stato un giocatore "strano"

    non è mai stato apprezzato dai vari allenatori, infatti ha girato molte squadre
    MAI STATI IN B ...e non rubo i campionati
    http://it.wikipedia.org/wiki/Karl-Heinz_Rummenigge
    meno 19 alla salvezza

  10. #20
    L'avatar di Nacka Skoglund
    Titolare

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    02/08/2013
    Residenza
    Monza
    Età
    28
    Messaggi
    3,138
    Giocatore preferito
    White Mamba
    Roberto Baggio non era un calciatore. era altro. non giocava a calcio, scriveva poesie con un pallone. non è stato il più grande, perché non lo si può paragonare agli altri, ma solo a sé stesso.
    Autoproclamato Capitano dell'Armata Patriottica, alla facciazza di Biagio
    "Ogni tattica, per funzionare, deve essere adattata agli uomini di cui si dispone, non viceversa"

Pagina 2 di 6 primaprima 1234 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Roberto Mancini
    Da Anto84 nel forum C'era una volta
    Risposte: 471
    Ultimo messaggio: 02-11-2014, 23:29
  2. Roberto Firmino
    Da Alberto88 nel forum Calciomercato Inter
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 27-05-2014, 00:55
  3. Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 13-02-2014, 16:48
  4. [Everton] Roberto Martinez
    Da RogerDaltrey nel forum Premier League
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 01-12-2013, 15:18
  5. Roberto Carlos e il tiro di esterno
    Da AK47 nel forum Il Bar di Tifointer.org
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 23-08-2013, 01:01

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


TifoInter.org

    TifoInter.org è il forum dei tifosi dell'Inter, dedicato alla gloriosa squadra nerazzurra. In questo luogo il tifoso nerazzurro è a casa sua e può interagire liberamente con gli altri utenti del forum per scambiarsi idee ed opinioni.

    Privacy Policy

Copyright

Seguici su

Facebook Twitter RSS Feed


TORNA IN CIMA