Pagina 1 di 10 123 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 93

Discussione: Giacinto Facchetti

Share         
    Bookmark and Share
  1. #1
    L'avatar di Luke82
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    10/08/2013
    Residenza
    Milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,294
    Giocatore preferito
    LA MAGLIA

    Giacinto Facchetti


    Giacinto Facchetti (Treviglio, 18 luglio 1942 – Milano, 4 settembre 2006) è stato un calciatore e dirigente sportivo italiano, di ruolo terzino.
    Campione europeo nel 1968 e vice-campione mondiale nel 1970 con la Nazionale italiana, legò il suo nome a quello dell'Inter, della quale fu giocatore dal 1960 al 1978, collezionando in totale 634 presenze e 75 reti, e presidente dal gennaio 2004 al settembre 2006.
    Considerato come il primo interprete del ruolo di terzino d'attacco, occupa la 90ª posizione nella speciale classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata dalla rivista World Soccer. Nel 2004 è stato inserito nella FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi redatta da Pelé e dalla Federazione Internazionale del Calcio (FIFA) in occasione del centenario dalla sua fondazione, mentre nel 2006 è stato insignito dalla stessa Federazione del Presidential Award postumo per il contributo offerto al mondo del calcio sia da giocatore che da dirigente.

    Iniziò la carriera nella squadra di calcio del suo paese natale, la Trevigliese, nel ruolo di attaccante. Venne scoperto da Helenio Herrera che lo portò all'Inter per il finale di stagione 1960-1961, trasformandolo in un terzino d'attacco, primo nel suo genere insieme a Vittorio Calvani. Proprio a Calvani è legato il suo destino: il 14 giugno 1961 l'Inter giocò un'amichevole contro il Fluminense, e Facchetti, che ben impressionò, venne schierato al posto di Calvani poiché quest'ultimo era alle prese con un fastidioso callo.
    L'esordio in Serie A avvenne il 21 maggio del 1961, in un Roma-Inter conclusosi con la vittoria dei nerazzurri per 2-0. Facchetti divenne uno dei cardini della cosiddetta Grande Inter che si aggiudicò la Coppa dei Campioni nel 1963-1964 e nel 1964-1965 e il campionato italiano nel 1962-1963, 1964-1965, 1965-1966 e 1970-1971. Con la squadra nerazzurra vinse anche due Coppe Intercontinentali ed una Coppa Italia. Con l'Inter in 634 partite realizzò 75 gol: fu nel 1965-1966 il primo difensore a segnare 10 reti nel campionato italiano. Si rivelò fondamentalmente corretto in campo, venendo espulso solo una volta nell'arco di tutta la sua carriera, per un applauso al direttore di gara Vannucchi in Inter-Fiorentina (1-0) del 13 aprile 1975.[5] Nel 1965 sfiorò il Pallone d'oro classificandosi secondo, ad 8 punti dal vincitore Eusébio.


    Nazionale
    Facchetti solleva il trofeo dopo la vittoria dell'Europeo 1968
    In Nazionale Facchetti esordì, insieme a Vieri, il 27 marzo 1963 nell'incontro valido per la qualificazione all'Europeo del 1964 disputato ad Istanbul contro la Turchia in cui l'Italia vinse per 1-0.[6] Da allora disputò con 94 partite, mettendo a segno tre reti. Vinse da capitano il campionato europeo di calcio 1968 e arrivò secondo dopo la storica vittoria per 4-3 sulla Germania al campionato mondiale di calcio 1970.
    Con Burgnich, Facchetti ha formato il duo difensivo più longevo nella storia della Nazionale di calcio: undici anni, dal 1963 al 1974, disputando insieme 58 partite di cui 45 come coppia di terzini, superando in questa particolare classifica binomi storici quali Rosetta-Caligaris, Foni-Rava e Ballarin-Maroso.

    Dirigente
    Lo stesso anno in cui diede addio al calcio ebbe l'opportunità di fare il dirigente accompagnatore dell'Italia durante il campionato mondiale di calcio 1978 in Argentina.
    Dopo esser divenuto rappresentante all'estero per l'Inter, divenne vice presidente dell'Atalanta nel 1980, per poi tornare dai nerazzurri di Milano durante la presidenza di Massimo Moratti col il ruolo di direttore generale prima e di direttore sportivo poi. Proprio in qualità di direttore sportivo, nel 1997, fu deferito alla Commissione Disciplinare per aver "espresso giudizi lesivi sulla reputazione dell'arbitro Pierluigi Collina, accusandolo di parzialita"[7]. Divenne vice presidente dopo la morte di Giuseppe Prisco e, infine, presidente il 19 gennaio 2004, dopo le dimissioni di Massimo Moratti. Da presidente dell'Inter ha vinto uno scudetto, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane.

    La scomparsa

    « Partecipo commosso al profondo dolore della famiglia per la morte di Giacinto Facchetti, uno dei maggiori protagonisti della storia dello sport italiano.
    Resta di esempio per le nuove generazioni l'attaccamento ai valori di lealtà e di agonismo che hanno fatto di lui un grande campione e manager. Simbolo dello sport italiano, ha saputo dimostrare nel corso della sua lunga carriera non soltanto le doti tecniche di calciatore ma anche la correttezza, la compostezza e la professionalità come dirigente »

    (Messaggio di cordoglio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, 4 settembre 2006)

    Da alcuni mesi malato di tumore al pancreas, si è spento a Milano il 4 settembre 2006 ed è sepolto nel cimitero di Treviglio. Le esequie, celebrate nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano dal vescovo di Lodi Giuseppe Merisi, conterraneo di Facchetti, hanno visto la presenza di molte autorità sportive e politiche e di gente comune. In onore di Giacinto Facchetti l'Inter ha deciso di ritirare la maglia numero 3.
    Qualche settimana dopo la sua scomparsa, è stato insignito dalla Federazione Internazionale del Calcio (FIFA) del Presidential Award postumo per il contributo offerto al mondo del calcio sia da giocatore che da dirigente.
    In sua memoria, ed in particolare in memoria dei grandi valori sportivi e morali che ha espresso per tutta la sua vita, la Lega Nazionale Professionisti ha istituito il Campionato Nazionale Primavera - Trofeo Giacinto Facchetti, mentre la Gazzetta dello Sport ha istituito il premio Premio Internazionale Giacinto Facchetti, per promuovere e premiare i comportamenti all'insegna della correttezza e dei valori. La prima edizione è stata vinta da Julio González, ex giocatore del Vicenza.
    Tra le numerose vie intitolategli in tutto il Paese, la prima ad essere inaugurata è stata quella del Comune di Monte San Vito (AN), alla presenza della moglie Giovanna e del figlio Gianfelice, di Bedy Moratti in rappresentanza della famiglia, dei genitori di Roberto Mancini e delle più alte autorità locali.
    La Juventus è stata retrocessa in Serie B insieme alla sua reputazione.

  2. #2
    L'avatar di Luke82
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    10/08/2013
    Residenza
    Milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,294
    Giocatore preferito
    LA MAGLIA
    Non avevo visto nessun 3D dedicato al Cipe, e sinceramente non mi andava di metterlo in "c'era una volta".

    E' ancora il mio presidente!

    04/09/2006...io ero li, a S.Ambrogio a renderti omaggio. Ricordo ancora il magone al momento dell'ingresso della bara in Basilica. Non c'era una persona che non piangesse.

    Hai lottato contro ogni potere, anche quelli più forti e (permettetemi la parola) schifosi di questo calcio.

    Grande Presidente, grande calciatore, Grandissimo Uomo.


    CIAO CIPE!
    La Juventus è stata retrocessa in Serie B insieme alla sua reputazione.

  3. #3
    L'avatar di La Trenzada

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    02/08/2013
    Residenza
    NanChino Recoba-Cina
    Messaggi
    52,108
    Giocatore preferito
    Chino Recoba
    Sette anni fa piansi davanti la TV.

    Aprii la TV su Rai Due alle 18 circa, era l'orario del TG Sport, in pieno periodo mercato, appuntamento fisso.

    Sentii quella notizia e boh...

    Nessun parola, solo GRANDE e GRAZIE CIPE.

  4. #4
    L'avatar di Luke82
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    10/08/2013
    Residenza
    Milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,294
    Giocatore preferito
    LA MAGLIA
    La Juventus è stata retrocessa in Serie B insieme alla sua reputazione.

  5. #5
    L'avatar di Luke82
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    10/08/2013
    Residenza
    Milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,294
    Giocatore preferito
    LA MAGLIA
    La Juventus è stata retrocessa in Serie B insieme alla sua reputazione.

  6. #6
    L'avatar di Aranciata75
    Riserva

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    06/08/2013
    Età
    41
    Messaggi
    567
    Quote Originariamente inviato da Luke82 Visualizza il messaggio
    Non avevo visto nessun 3D dedicato al Cipe, e sinceramente non mi andava di metterlo in "c'era una volta".

    E' ancora il mio presidente!

    04/09/2006...io ero li, a S.Ambrogio a renderti omaggio. Ricordo ancora il magone al momento dell'ingresso della bara in Basilica. Non c'era una persona che non piangesse.

    Hai lottato contro ogni potere, anche quelli più forti e (permettetemi la parola) schifosi di questo calcio.

    Grande Presidente, grande calciatore, Grandissimo Uomo.


    CIAO CIPE!
    Bravo ci stavo pensando io prima, lo avrei aperto questa sera dopo il lavoro....
    Ciao CIPE ci manchi tantissimo
    Il mondo appartiene a chi sa pensare positivo nonostante tutto, a chi sa guardare oltre le nuvole, a chi sa lottare con forza e con la consapevolezza che la felicità è una conquista, ma è possibile per tutti. [Angelo De Pascalis]

  7. #7
    L'avatar di Aranciata75
    Riserva

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    06/08/2013
    Età
    41
    Messaggi
    567
    Quote Originariamente inviato da La Trenzada Visualizza il messaggio
    Sette anni fa piansi davanti la TV.

    Aprii la TV su Rai Due alle 18 circa, era l'orario del TG Sport, in pieno periodo mercato, appuntamento fisso.

    Sentii quella notizia e boh...

    Nessun parola, solo GRANDE e GRAZIE CIPE.
    Io seppi da canali non ufficiali e riservati della sua malattia un anno prima, ma fu comunque uno shock
    Il mondo appartiene a chi sa pensare positivo nonostante tutto, a chi sa guardare oltre le nuvole, a chi sa lottare con forza e con la consapevolezza che la felicità è una conquista, ma è possibile per tutti. [Angelo De Pascalis]

  8. #8
    L'avatar di rinoa
    Titolare

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    02/08/2013
    Residenza
    quasi sul lago di ga
    Età
    44
    Messaggi
    2,653
    Giocatore preferito
    Baggio
    è inutile rigirarla... manca, manca il cipe

  9. #9
    L'avatar di Luke82
    Capitano

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    10/08/2013
    Residenza
    Milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,294
    Giocatore preferito
    LA MAGLIA
    Sarà un caso che tutti ne parlino bene, che tutti abbiano un gran ricordo della persona che era?

    NO...non è un caso.

    solo chi è ignorante può pensare che fosse mischiato con certa gente.....
    La Juventus è stata retrocessa in Serie B insieme alla sua reputazione.

  10. #10
    L'avatar di La Trenzada

    Stato
    Offline
    Registrato dal
    02/08/2013
    Residenza
    NanChino Recoba-Cina
    Messaggi
    52,108
    Giocatore preferito
    Chino Recoba
    Quote Originariamente inviato da Aranciata75 Visualizza il messaggio
    Io seppi da canali non ufficiali e riservati della sua malattia un anno prima, ma fu comunque uno shock

Pagina 1 di 10 123 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 51
    Ultimo messaggio: 02-06-2014, 15:35

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


TifoInter.org

    TifoInter.org è il forum dei tifosi dell'Inter, dedicato alla gloriosa squadra nerazzurra. In questo luogo il tifoso nerazzurro è a casa sua e può interagire liberamente con gli altri utenti del forum per scambiarsi idee ed opinioni.

    Privacy Policy

Copyright

Seguici su

Facebook Twitter RSS Feed


TORNA IN CIMA