Forum

Mondiale 2022 Qatar
 
Notifiche
Cancella tutti

Mondiale 2022 Qatar

Pagina 5 / 15

(@fenix)
Utente di spicco
Registrato: 9 anni fa
Post: 864
 
Pubblicato da: @checcoti
Pubblicato da: @fenix
Pubblicato da: @checcoti

Juve dimissioni 

 

Parliamo imho di novità su quei casi plusvalenza e questa sa tanto di mossa per attenuare l'impatto con una nuova dirigenza a trattare 

pochi rischi in termini di penalizzazioni.

 

Con il falso in bilancio la penalizzazione è automatica 

Nel senso che è scritto bello chiaro e tondo, sarebbe come dire che io ammazzo qualcuno e il giudice dice che non è un reato penale.

 

Cioè si può imbrogliare un processo fino a un certo punto, non perché non ci proveranno ma perché non si può fare per legittimità del sistema (non per credibilità, quella è andata ormai). Altrimenti Giovanna d'arco non avrebbe mai vinto

sarà una penalizzazione che farà contenti tutti.

ma bisogna ancora capire di che cosa stiamo parlando, anche perchè la giustizia sportiva non aspetta la definizione penale. quindi non si può parlare oggi di falso in bilancio.


RispondiCitazione
(@fenix)
Utente di spicco
Registrato: 9 anni fa
Post: 864
 
Pubblicato da: @albald

Madonna santa lukaku che roba immonda 

in realtà, bene.

senza di lui il belgio nemmeno ci arriva.

è tesi @checcoti, per cui va presa per buona.


checcoTI hanno apprezzato
RispondiCitazione
Albald
(@albald)
Utente Nobile
Registrato: 9 anni fa
Post: 1683
 

Io voglio sperare che domani Lukaku sia ad Appiano con armi bagagli e tanta voglia di riprendere a giocare a calcio perché è in una condizione che pietosa è dire poco, ha la coordinazione di un 85enne è una roba indecente

Questo torna in forma a maggio per andare in vacanza

 


RispondiCitazione
Snake
(@snake)
Utente Onorevole
Registrato: 10 mesi fa
Post: 634
 
Pubblicato da: @alexandros
Pubblicato da: @albald

Madonna santa lukaku che roba immonda 

tipo ...Pancev, ma un po' fuori forma. 

(ovviamente sarà rinnovo immediato e con aumento di stipendio, meritatissimo eh) 

Se chiede un aumento non si rinnova il prestito e finisce lì.

Sempre tenendo presente che poi bisognerebbe prendere un altro attaccante in più - e già ne abbiamo un disperato bisogno - alle solite condizioni (prestito con ddr, svincolati, gratis, rifiuti... ), dalle quali generalmente non viene fuori niente di buono...

 

 

 

 

 

 

 

 


RispondiCitazione
checcoTI
(@checcoti)
Utente Onorevole
Registrato: 4 anni fa
Post: 719
Topic starter  

Bene, devono uscire tutti 

Via sta pagliacciata 

 

Ora Lukaku subito in ritiro, c'è un mese per Napoli 


RispondiCitazione
checcoTI
(@checcoti)
Utente Onorevole
Registrato: 4 anni fa
Post: 719
Topic starter  

Sulla Juve si sta muovendo anche la Uefa per il fpf ed ha firmato il settlement agreement.

Ora io non sono andato a leggere, ma mi pare di ricordare che con i pagamenti non in regola scatta la penalizzazione punti.

Forse in serie B già è successo. 

 


RispondiCitazione
Albald
(@albald)
Utente Nobile
Registrato: 9 anni fa
Post: 1683
 
Pubblicato da: @checcoti

Sulla Juve si sta muovendo anche la Uefa per il fpf ed ha firmato il settlement agreement.

Ora io non sono andato a leggere, ma mi pare di ricordare che con i pagamenti non in regola scatta la penalizzazione punti.

Forse in serie B già è successo. 

 

Può succedere ma per questo campionato o il prossimo, non è retroattivo

E comunque deve essere penalizzante, nel senso escluderli dalla CL o togliergli un possibile scudetto o retrocessione (ma è impossibile eh)

Si faranno un anno o due fuori dalle coppe con Andonio


RispondiCitazione
il Fu Grigio
(@il-fu-grigio)
Membro Moderatore
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1406
 

Il degno finale del 2022.

Adesso vada ad allenarsi che oggi quando è entrato dopo 1 minuto già respirava con la bocca.

Altrimenti le sue saranno lacrime di coccodrillo 


RispondiCitazione
il Fu Grigio
(@il-fu-grigio)
Membro Moderatore
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1406
 

Interessante la crisi della nazionale tedesca. Ormai dopo il terzo grande torneo fallito di fila (1 deludente, 2 disastrosi) non si può parlare più di casualità.

Molto più interessante di quella della nazionale italiana, che è quasi banale per come si accompagna al declino della Serie A e dell'Italia in generale come paese.

La Bundesliga non credo si possa definire nettamente meno competitiva di 20 anni fa, al contrario del campionato italiano. Il calcio tedesco è capace di esprimere una squadra con uno dei primi fratturati al mondo che ogni anno parte tra le 3-4 favorite per vincere la Champions (cosa che la Serie A non è in grado di fare). 

La Germania arrivava al Mondiale con Neuer-Muller (giocatori a fine carriera venuti fuori più di 10 anni fa), Gundogan-Rudiger (giocatori attorno ai 30 anni), Sané-Gnabry-Havertz-Goretzka-Kimmich (giocatori al picco della carriera venuti fuori negli ultimi 5-6 anni) e infine i giovanissimi (Musiala, e volendo Moukoko titolare al Dortmund che non è stato chiamato).

Quattro generazioni diverse, ma praticamente tutti giocatori che hanno giocato nei migliori club del mondo, ad occhio a parte gli ultimi due che non hanno neanche vent'anni tutti hanno giocato almeno una finale di Champions. Vuol dire che il movimento è in salute e produce con regolarità calciatori che arrivano ai massimi livelli. Niente a che vedere con l'Italia che si è giocata l'accesso al Mondiale con Insigne-Immobile-Berardi, tre 30enni che a stento sanno com'è fatta una finale di Coppa Italia.

Eppure, a ben vedere non sarebbe assurdo sostenere che nell'ultimo quadriennio di calcio internazionale la Germania ha fatto perfino peggio dell'Italia, che pur disertando Mondiali una coppetta l'ha portata a casa

 


Snake hanno apprezzato
RispondiCitazione
Kwaremont
(@kwaremont)
Utente Rispettabile
Registrato: 11 mesi fa
Post: 361
 

Così per dire, sono due anni che parlo di De Arrascaeta. Oggi doppietta, in Uruguay cercano il ct per il linciarlo per non averlo fatto giocare titolare le prime due.

Visto che avanziamo i soldi di Gabigol…


RispondiCitazione
Snake
(@snake)
Utente Onorevole
Registrato: 10 mesi fa
Post: 634
 
Pubblicato da: @il-fu-grigio

Interessante la crisi della nazionale tedesca. Ormai dopo il terzo grande torneo fallito di fila (1 deludente, 2 disastrosi) non si può parlare più di casualità.

Molto più interessante di quella della nazionale italiana, che è quasi banale per come si accompagna al declino della Serie A e dell'Italia in generale come paese.

La Bundesliga non credo si possa definire nettamente meno competitiva di 20 anni fa, al contrario del campionato italiano. Il calcio tedesco è capace di esprimere una squadra con uno dei primi fratturati al mondo che ogni anno parte tra le 3-4 favorite per vincere la Champions (cosa che la Serie A non è in grado di fare). 

La Germania arrivava al Mondiale con Neuer-Muller (giocatori a fine carriera venuti fuori più di 10 anni fa), Gundogan-Rudiger (giocatori attorno ai 30 anni), Sané-Gnabry-Havertz-Goretzka-Kimmich (giocatori al picco della carriera venuti fuori negli ultimi 5-6 anni) e infine i giovanissimi (Musiala, e volendo Moukoko titolare al Dortmund che non è stato chiamato).

Quattro generazioni diverse, ma praticamente tutti giocatori che hanno giocato nei migliori club del mondo, ad occhio a parte gli ultimi due che non hanno neanche vent'anni tutti hanno giocato almeno una finale di Champions. Vuol dire che il movimento è in salute e produce con regolarità calciatori che arrivano ai massimi livelli. Niente a che vedere con l'Italia che si è giocata l'accesso al Mondiale con Insigne-Immobile-Berardi, tre 30enni che a stento sanno com'è fatta una finale di Coppa Italia.

Eppure, a ben vedere non sarebbe assurdo sostenere che nell'ultimo quadriennio di calcio internazionale la Germania ha fatto perfino peggio dell'Italia, che pur disertando Mondiali una coppetta l'ha portata a casa

 

È una crisi interessante, come la tua acuta disamina.

E mi sono anche posto la domanda se sia meglio andare al Mondiale a fare brutta figura o non andarci affatto.

Ok che è un lost-lost, ma forse, se nel mezzo vinci un Europeo, la Germania avrebbe preferito essere al nostro posto.

... o noi al loro... ?? :vaga


RispondiCitazione
Marzhabul
(@marzhabul)
Utente di spicco
Registrato: 10 anni fa
Post: 752
 
Pubblicato da: @il-fu-grigio

Interessante la crisi della nazionale tedesca. Ormai dopo il terzo grande torneo fallito di fila (1 deludente, 2 disastrosi) non si può parlare più di casualità.

Molto più interessante di quella della nazionale italiana, che è quasi banale per come si accompagna al declino della Serie A e dell'Italia in generale come paese.

La Bundesliga non credo si possa definire nettamente meno competitiva di 20 anni fa, al contrario del campionato italiano. Il calcio tedesco è capace di esprimere una squadra con uno dei primi fratturati al mondo che ogni anno parte tra le 3-4 favorite per vincere la Champions (cosa che la Serie A non è in grado di fare). 

La Germania arrivava al Mondiale con Neuer-Muller (giocatori a fine carriera venuti fuori più di 10 anni fa), Gundogan-Rudiger (giocatori attorno ai 30 anni), Sané-Gnabry-Havertz-Goretzka-Kimmich (giocatori al picco della carriera venuti fuori negli ultimi 5-6 anni) e infine i giovanissimi (Musiala, e volendo Moukoko titolare al Dortmund che non è stato chiamato).

Quattro generazioni diverse, ma praticamente tutti giocatori che hanno giocato nei migliori club del mondo, ad occhio a parte gli ultimi due che non hanno neanche vent'anni tutti hanno giocato almeno una finale di Champions. Vuol dire che il movimento è in salute e produce con regolarità calciatori che arrivano ai massimi livelli. Niente a che vedere con l'Italia che si è giocata l'accesso al Mondiale con Insigne-Immobile-Berardi, tre 30enni che a stento sanno com'è fatta una finale di Coppa Italia.

Eppure, a ben vedere non sarebbe assurdo sostenere che nell'ultimo quadriennio di calcio internazionale la Germania ha fatto perfino peggio dell'Italia, che pur disertando Mondiali una coppetta l'ha portata a casa

 

la Germania produce talenti che probabilmente saranno pronti e molto forti tra 2-4 anni (giusto per i prossimi tornei..) ma al momento non ha nemmeno un "campione" o comunque top player di un certo livello, cosa che invece una nazione come la Francia ha..

alla fine è lo stesso discorso della Spagna che ora ha una marea di bambini promettenti ma non c'è nessuno pronto al salto di qualità e infatti sto mondiale sta per finire pure per loro imho


RispondiCitazione
Snake
(@snake)
Utente Onorevole
Registrato: 10 mesi fa
Post: 634
 
Pubblicato da: @marzhabul

la Germania produce talenti che probabilmente saranno pronti e molto forti tra 2-4 anni (giusto per i prossimi tornei..) ma al momento non ha nemmeno un "campione" o comunque top player di un certo livello, cosa che invece una nazione come la Francia ha..

alla fine è lo stesso discorso della Spagna che ora ha una marea di bambini promettenti ma non c'è nessuno pronto al salto di qualità e infatti sto mondiale sta per finire pure per loro imho

Sì, anche perché la loro punta di diamante - tranne qualche vecchio (in tutti i sensi)- in questo momento è Dani Olmo, che a 25 anni gioca ancora nel Lipsia.

 


RispondiCitazione
il Fu Grigio
(@il-fu-grigio)
Membro Moderatore
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1406
 
Pubblicato da: @snake
Pubblicato da: @il-fu-grigio

Interessante la crisi della nazionale tedesca. Ormai dopo il terzo grande torneo fallito di fila (1 deludente, 2 disastrosi) non si può parlare più di casualità.

Molto più interessante di quella della nazionale italiana, che è quasi banale per come si accompagna al declino della Serie A e dell'Italia in generale come paese.

La Bundesliga non credo si possa definire nettamente meno competitiva di 20 anni fa, al contrario del campionato italiano. Il calcio tedesco è capace di esprimere una squadra con uno dei primi fratturati al mondo che ogni anno parte tra le 3-4 favorite per vincere la Champions (cosa che la Serie A non è in grado di fare). 

La Germania arrivava al Mondiale con Neuer-Muller (giocatori a fine carriera venuti fuori più di 10 anni fa), Gundogan-Rudiger (giocatori attorno ai 30 anni), Sané-Gnabry-Havertz-Goretzka-Kimmich (giocatori al picco della carriera venuti fuori negli ultimi 5-6 anni) e infine i giovanissimi (Musiala, e volendo Moukoko titolare al Dortmund che non è stato chiamato).

Quattro generazioni diverse, ma praticamente tutti giocatori che hanno giocato nei migliori club del mondo, ad occhio a parte gli ultimi due che non hanno neanche vent'anni tutti hanno giocato almeno una finale di Champions. Vuol dire che il movimento è in salute e produce con regolarità calciatori che arrivano ai massimi livelli. Niente a che vedere con l'Italia che si è giocata l'accesso al Mondiale con Insigne-Immobile-Berardi, tre 30enni che a stento sanno com'è fatta una finale di Coppa Italia.

Eppure, a ben vedere non sarebbe assurdo sostenere che nell'ultimo quadriennio di calcio internazionale la Germania ha fatto perfino peggio dell'Italia, che pur disertando Mondiali una coppetta l'ha portata a casa

 

È una crisi interessante, come la tua acuta disamina.

E mi sono anche posto la domanda se sia meglio andare al Mondiale a fare brutta figura o non andarci affatto.

Ok che è un lost-lost, ma forse, se nel mezzo vinci un Europeo, la Germania avrebbe preferito essere al nostro posto.

... o noi al loro... ?? :vaga

Tra andare a un Mondiale a fare presenza e non andarci proprio c'è differenza ma non così tanto. Soprattutto per una nazionale come la Germania farsi eliminare in due gironi di cui uno con Giappone/Costa Rica ed addirittura l'altro con Svezia/Messico/Corea del Sud è abbastanza ridicolo.

Contando solo i risultati, senza badare al contesto attorno di cui ho parlato prima, secondo me tutto sommato ha fatto meglio l'Italia 


RispondiCitazione
il Fu Grigio
(@il-fu-grigio)
Membro Moderatore
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1406
 
Pubblicato da: @marzhabul
Pubblicato da: @il-fu-grigio

Interessante la crisi della nazionale tedesca. Ormai dopo il terzo grande torneo fallito di fila (1 deludente, 2 disastrosi) non si può parlare più di casualità.

Molto più interessante di quella della nazionale italiana, che è quasi banale per come si accompagna al declino della Serie A e dell'Italia in generale come paese.

La Bundesliga non credo si possa definire nettamente meno competitiva di 20 anni fa, al contrario del campionato italiano. Il calcio tedesco è capace di esprimere una squadra con uno dei primi fratturati al mondo che ogni anno parte tra le 3-4 favorite per vincere la Champions (cosa che la Serie A non è in grado di fare). 

La Germania arrivava al Mondiale con Neuer-Muller (giocatori a fine carriera venuti fuori più di 10 anni fa), Gundogan-Rudiger (giocatori attorno ai 30 anni), Sané-Gnabry-Havertz-Goretzka-Kimmich (giocatori al picco della carriera venuti fuori negli ultimi 5-6 anni) e infine i giovanissimi (Musiala, e volendo Moukoko titolare al Dortmund che non è stato chiamato).

Quattro generazioni diverse, ma praticamente tutti giocatori che hanno giocato nei migliori club del mondo, ad occhio a parte gli ultimi due che non hanno neanche vent'anni tutti hanno giocato almeno una finale di Champions. Vuol dire che il movimento è in salute e produce con regolarità calciatori che arrivano ai massimi livelli. Niente a che vedere con l'Italia che si è giocata l'accesso al Mondiale con Insigne-Immobile-Berardi, tre 30enni che a stento sanno com'è fatta una finale di Coppa Italia.

Eppure, a ben vedere non sarebbe assurdo sostenere che nell'ultimo quadriennio di calcio internazionale la Germania ha fatto perfino peggio dell'Italia, che pur disertando Mondiali una coppetta l'ha portata a casa

 

la Germania produce talenti che probabilmente saranno pronti e molto forti tra 2-4 anni (giusto per i prossimi tornei..) ma al momento non ha nemmeno un "campione" o comunque top player di un certo livello, cosa che invece una nazione come la Francia ha..

alla fine è lo stesso discorso della Spagna che ora ha una marea di bambini promettenti ma non c'è nessuno pronto al salto di qualità e infatti sto mondiale sta per finire pure per loro imho

Mah ma per già quest'anno sulla carta avevano una squadra con tanti giocatori pronti. A parte Neuer e Muller, sono pieni di 25-26enni al picco della carriera che fanno i titolari al Bayern, altri come Rudiger o Gundogan che giocano in Real e City, Havertz gioca al Chelsea da due stagioni ecc.

Gli manca qualcosa sui terzini (@Albald) e devono capire che fare col centravanti ma per me era una squadra forte che poteva competere da subito.

L'anno scorso sul forum dello United ricordo che molti tedeschi davano la colpa degli ultimi fallimenti a Loew, il cui ciclo secondo loro si era chiuso da tempo. L'hanno sostituito con uno che ha vinto la Champions col Bayern (non Giampiero Ventura) e i risultati non sono cambiati.

Tra due anni hanno l'Europeo in casa, vediamo come ci arrivano.

P.S. vedere com'è conciato Neuer (che è Neuer) a 36 anni e ricordarsi che fino all'altroieri giocavamo con Handanovic (che è Handanovic) titolare a 38 anni è una roba surreale


RispondiCitazione
Pagina 5 / 15
Condividi: